mercoledì 26 maggio 2010

TRIESTE RISPETTA LE ESIGENZE DI TUTTI. O NO?


"Ci sono i proprietari di automobili e di motocicli che non gradiscono che le ruote dei loro mezzi vengano lordate dalla pipì dei cani e anche le loro esigenze vanno rispettate".

(Paolo Rovis - Assessore Sviluppo Economico e Turismo Comune di Trieste)


Più che giusto. Le multe vanno dai 500 ai 1500€ di multa ed in più c'è l’obbligo di girare muniti di paletta e contenitori idonei a raccogliere le deiezioni dei cani. Va bene sig. Rovis, condivido tutto, io da proprietario di un cane le dirò che non esco di casa se non ho con me i sacchettini. Ma avrei voluto leggere un'altra notizia. Mi sarebbe piaciuto vedere lo stesso rigore contro chi, ad esempio, parcheggia SUV e motocicli sui marciapiedi, in doppia fila o nei parcheggi per disabili senza averne diritto. Ed ancora, per quanto riguarda queste anime candide dei commercianti che adesso invocano il pugno di ferro, dei bei controllini a sorpresa sulle tasse che non pagano non ci starebbero male. Eh sì, ci vorrebbe un bel corso per cani dove dei bravi istruttori, insegnassero loro ad urinare esclusivamente nei luoghi preposti dall'amministrazione comunale. Ed anche un corso dove si insegni a tenere pulito l'ambiente, a non gettare sostanze inquinanti in mare o nell'aria e ad utilizzare energia pulita. Concludo chiedendole se questo provvedimento vale solo per i proprietari di cani o si può estendere anche a chi possiede un cavallo. Le assicuro che i proprietari dei simpatici quadrupedi non girano mai coi sacchetti.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...