sabato 14 maggio 2011

GIOVANARDI CONTRO IL VIDEOGIOCO GAY

Mi sono rotto le palle di scrivere continuamente di Giovanardi ma, fintanto che il nominato sottosegretario continua nei suoi deliri sulla vita sessuale altrui, mi tocca. 
Novità del giorno è che a finire nella sua lista nera è il videogioco "The Sims", colpevole di descrivere la vita così come è e non di come la vorrebbe Giovanardi. Si lamenta dicendo che il gioco in questione: "Fa vedere famiglie con due papà" e poi ancora "con queste iniziative viene tolta la normalità costituzionale per spiegare al bambino che invece è tutto lecito, tutto uguale e e che possono essere messe sullo stesso piano situazioni che giuridicamente e costituzionalmente non lo sono".
La menzogna è palese, non mi dilungo sull'aspetto umano della vicenda perché capisco bene che per Giovanardi sia uno sforzo immane pensarla in questo modo, ma sull'aspetto politico. Giovanardi si è accorto che continuando così ci stiamo avvicinando più a Kampala che a Parigi? Ed ancora perché se ne è stato zitto sulla pubblicità Ikea della famiglia mafiosa? Meglio mafiosi che gay? 
Ecco il nuovo slogan per concludere questa campagna elettorale.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...