lunedì 25 gennaio 2010

GLI AMERICANI E IL MARKETING TRA MORTI E MACERIE.



Le parole di Bertolaso sono molto chiare: ad Haiti è stato un flop dal punto di vista organizzativo. E' una situazione patetica (minuto 2.50). Ci ricorda come il mondo senza l'America si fermi. Infatti definisce l'intervento degli Americani come inevitabile ed indispensabile. Peccato sia una presenza massiccia ma non utilizzata nel migliore dei modi (minuto 8.30). I salvatori del mondo sono scollegati con la realtà (minuto 8.56). Confondono l'intervento militare con quello "civile" che ci deve essere durante un'emergenza. Agli Americani manca una testa e un'attività di coordinamento (minuto 9.55).

Insomma non c'è nulla di quello che serva in una situazione come quella di un terremoto che ha fatto più di 250.000 vittime. Ma chissenefrega! Gli Americani fanno sempre bene, qualsiasi cosa facciano e noi italiani dobbiamo continuare a dirlo e a difenderli. E' il pegno da pagare (a vita) per la liberazione dal nazi-fascismo di 60 anni fa.

Una cosa però la stanno facendo bene 'sti Americani: marketing tra le macerie con sacchi di cibo marchiati "bandiera americana". E' lo stesso sacco che daranno a Bertolaso e all'Annunziata prima di trasferirli a Guantanamo. Perchè non si azzardino più a parlare male dei cugini oltre oceano.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...