lunedì 14 novembre 2011

47 MORTO CHE PARLA

Anche stavolta non ha voluto sottrarsi all'ennesima figura di merda che lo ha contraddistinto. Con un nuovo videomessaggio ha stuprato le case degli italiani per affermare, ancora una volta, la sua distorta realtà del mondo. 
Il poveretto non accetta di morire (politicamente) o meglio vuole uscire di scena come dice lui e non come è scritto sul copione, ecco allora che ricompone le parti e le recita a suo piacimento. Quanto è triste. Se perfino "Libero" scrive che oramai è tutto finito, significa che la fine è arrivata davvero e l'unico a non rendersene conto è solo lui. Che qualcuno glielo spieghi o gli aumenti le dosi di Aloperidolo.
Per gli appassionati di smorfia napoletana potremmo azzardare un bel terno al lotto con 23 (governo), 56 (caduta), 47 (morto che parla). Fatemi sapere se avete vinto.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...