martedì 12 aprile 2011

LA CARLUCCI VUOL BRUCIARE I LIBRI DELLA SCUOLA PUBBLICA

Quando un governo comincia a controllare il contenuto dei libri di testo della scuola pubblica, significa che vuole controllare te, significa che vuole controllare i tuoi pensieri e l'educazione che vuoi dare ai tuoi figli, significa che vuole manipolarti, significa che vuole rubarti i pensieri, significa che vuole farti pensare con la sua testa, significa che sei morto. 
E siccome mi piacerebbe vivere ancora qualche anno, vorrei farlo con le cose che mi fanno star bene; Gabriella Carlucci col suo partito, non sono certo i prototipi del buon vivere, almeno per me.
L'ultima trovata dell'Onorevole, è che vuol far sequestrare i libri di testo della scuola pubblica perché a suo dire: "propagandano il comunismo" e da una che vuol controllare internet, che muove le mani prima della lingua e che vuol parcheggiare la Porsche dove cazzo vuole, tutto questo è inaccettabile.
D'altronde, non vorrete mica che il figlio dell'operaio sia uguale al figlio del professionista...[cit.]
Roba che se fossimo in Libia le vere democrazie ci dovrebbero bombardare all'istante.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...