venerdì 2 aprile 2010

SONO ABITUDINARIO.

Forte dei successi elettorali delle ultime elezioni, il governo Berlusconi osa sempre di più. Adesso si mette a difendere pure i pedofili. Non in modo diretto, ovviamente, ma mandando continui segnali e avvertimenti tipici di certi ambienti "stiddari". Sembra evidente sia in atto un piano ben studiato per vedere fino a dove ci si possa spingere con i tagli alle libertà e ai diritti conquistati con molta fatica nel corso della nostra storia. E non mi riferisco solo agli atti formali dei vari ministri ma anche e soprattutto a quelli di qualche direttore nominato dal potere nei posti chiave dell'informazione, vedi Minzolini. Atti e abusi di potere che ogni giorno diventano sempre più numerosi e che si fanno sempre più forti con l'indebolimento costante di questa opposizione. Nella mia memoria elefantina non ricordo momenti del genere nei cosidetti "anni di piombo", le BR e le altre organizzazioni, erano solite muoversi per tempo. Un vecchio proverbio ci ricorda che: "Comandare è meglio che fottere", sarà che io sono un po' "abitudinario" ma preferisco mille volte "fottere". Sono fuori moda? Forse si.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...