venerdì 3 giugno 2011

GIOVANARDI CONTRO L'ONU

Giovanardi mentre parla del suo stato mentale
Lo abbiamo visto più volte in Tv, da solo od in compagnia dei suoi colleghi del PDL e, per la verità, anche di qualcuno del PD, a sbroccare contro gli antiproibizionisti. Lo abbiamo visto e sentito gonfiarsi di orgoglio per qualche maxi-sequestro di droga, fingendo di non sapere che più sostanza si sequestra, più ne gira. E' sempre in prima linea quando si tratta di proporre leggi sempre più proibizioniste che non fanno altro che aumentare il problema. Niente da fare. Avanti imperterrito con questo tipo di politica.
Chissà cosa deve aver pensato oggi il "povero" Giovanardi quando ha letto che l'Onu sul problema droga dichiara: "Il proibizionismo non funziona e non conviene, è una forma di repressione sociale di massa che garantisce fiumi di denaro a terrorismo e narcomafie". Gli sarà apparso improvvisamente in sogno Marco Pannella mentre gli fuma contro un cannone? L'Onu va oltre e consiglia, udite udite, di: "Trattare i tossicodipendenti come pazienti e non come criminali". 
Ma come, Giovanardi non era quello che su Stefano Cucchi dichiarò: "Tanto era solo un drogato"? Lo vada a spiegare a Kofi Annan ora, anzi ho un'idea migliore, perchè non facciamo recapitare all'Onu tutte le dichiarazioni che Giovanardi e i suoi amici, hanno elargito in questi anni? Magari ci invieranno qualche "Casco Blu" per portarcelo via.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...