giovedì 17 dicembre 2009

STUPIDITA' E CONTROLLO

Certo che la stupidità di certi nostri politici non ha proprio confini.
Ecco alcuni esempi: l’assessore ai lavori pubblici di Savona, Rosario Tuvè (IDV), vorrebbe cambiar nome ad una piazza della città intitolata alla memoria dello storico sindacalista Guido Rossa assassinato durante gli anni di piombo dalle Brigate Rosse. "Il punto è che di fatto, come succede per tutte le piazze, finirà per essere solo Piazza Rossa – chiarisce Tuvé – e così il significato nobile che noi come Comune abbiamo voluto dare, per ricordare la storia e il sacrificio di un grande sindacalista caduto per la libertà, finirà per essere brutalizzato e sembreremo una città antistorica che continua ad inneggiare all’ex Unione Sovietica e al suo simbolo, la piazza Rossa di Mosca". Qui cosa pensa Di Pietro di tutta questa vicenda.

E per finire ecco rispuntare Renato Schifani. Il presidente del Senato va all'attacco dei social forum "Alimentano odio e violenza, bisogna agire". Eppoi ancora "Negli anni '70, che pure furono pericolosi, non c’erano questi momenti aggregativi che ci sono su questi siti. Così si rischia di autoalimentare l’odio che alligna in alcune frange".
Il problema è proprio questo caro Presidente, l'aggregazione delle persone vi fa paura perchè è incontrollabile sarebbe molto più comodo tenerle tutte in casa davanti alla Tv a guardare il GF o qualche altra trasmissione del genere. Vero?
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...