lunedì 1 aprile 2013

IL PEGGIOR PRESIDENTE DELLA STORIA (DOPO COSSIGA)

Il settennato di Napolitano si chiude nel peggiore dei modi con l'ultima trovata partitocratica, la nomina dei 10 "saggi", il grimaldello politico escogitato dalla casta per sopravvivere ai tempi della crisi. 

"Fatto salvo il nome di Valerio Onida, costituzionalista di area piddina, sugli altri corre rapido un brivido lungo la schiena. A partire da Luciano Violante, con tutto il suo passato partitocratico alle spalle, simbolo della storia più antica (e non sempre limpida) del Nazareno (ma nel suo caso si potrebbe parlare meglio di Botteghe Oscure). E poi Mario Mauro, uomo di Monti (e di Cl, fino alle ultime elezioni vicinissimo a Roberto Formigoni) che qualcuno voleva a presidente del Senato al posto di Pietro Grasso, di cui non si ricordano negli anni particolari exploit legislativi nel segno del cambiamento". (Il Fatto)

Ma ciò che mi ha più mi ha sconvolto di questa Presidenza è il colpo di spugna, dato alle liste PDL in Lombardia, una volta accertata la verità sulla vicenda "Firme false per Formigoni". Forse una lettura più accurata della Costituzione sarebbe servita a tutti. Insomma è arrivata la fine anche per lui che considero il peggior Presidente della storia (dopo Cossiga). 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...